logoIstituto Comprensivo Statale

"Vitaliano Brancati" - Favara (AG)

CODICE MECCANOGRAFICO: AGIC83100G - email: agic83100g@istruzione.it   -   tel. 0922 31248 - 

Favara, Foibe ed Esodo: la testimonianza della signora Ave Maria Di Rosa che fuggì con la famiglia a Treviso

da | Mar 11, 2024 | News, slides, Video e Foto | 0 commenti

[Siciliatv.org]

Lunedì 11 marzo scorso, in un clima sereno e accogliente, seduti in circle time, gli alunni della classe 5G della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Vitaliano Brancati” di via Grotte a Favara hanno accolto la signora Ave Maria Di Rosa che per la prima volta ha testimoniato la sua esperienza di profuga nel periodo delle Foibe.

Dopo che i genitori di Ave Maria, quando lei era ancora piccolissima (circa 4-5 anni), furono avvertiti da amici slavi dell’imminente pericolo che stavano per correre, fuggì nel tempo di poche ore dal Friuli, per giungere in treno a Treviso.

Ave Maria Di Rosa, insegnante di scuola primaria in pensione, ha tenuto una vera e propria lezione di cittadinanza attiva.

Gli alunni della scuola riuniti per ascoltarla hanno seguito con molto interesse ed emozione le varie tappe del percorso fatto dalla signora Di Rosa. Hanno posto alla graditissima ospite tantissime domande che se da una parte li ha guidati nell’esplorazione di un aspetto della storia del xx secolo poco conosciuto, dall’altro ha permesso loro di conoscere alcune esperienze di vita vissuta che possano in qualche maniera aiutarli a comprendere il mondo d’oggi.

Al termine dell’incontro ideato dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Carmelina Broccia e dalla cav. Etta Milioto, che impartisce lezioni di cittadinanza ai piccoli ragazzi, la signora Ave Maria Di Rosa ha voluto donare dei cioccolatini ai ragazzini.

© 2019 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web 3.1 - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.5 (Jupiter)
Webmaster: Sorce Salvatore